La nostra Fondazione ha l’obiettivo di sostenere giovani talenti STEM che ambiscono a diventare i protagonisti dell’innovazione. Siamo partiti con la prima edizione di borse di studio nel 2020, coinvolgendo in Italia una dozzina di studenti tra Master e PhD, ma ci stiamo già aprendo agli Stati Uniti e a profili più avanzati come post-doc. Scopri di più sulla nostra mission con il video a Nathalie Dompé, membro del nostro consiglio di amministrazione.

Il successo di Dompé farmaceutici è basato tanto sulla ricerca scientifica quanto sulle persone.

Mio nonno ha avuto come professore Giulio Natta, Nobel per l’invenzione del polipropilene, e uno dei nostri farmaci di maggiore successo è basato su una scoperta della Professoressa Rita Levi Montalcini, l’unica italiana Premio Nobel per la medicina.

È per questo che con Fondazione Dompé abbiamo deciso di sostenere i giovani talenti, puntando sull’interdisciplinarietà. Oggi, quando si parla di scienza, non si può più pensare in termini di aree tradizionali come medicina, fisica o chimica. Abbiamo sempre più bisogno di figure ibride che posseggano conoscenze in più ambiti e siano in grado di fare da ponte tra settori diversi. Già oggi vediamo che le innovazioni più stimolanti, i “breakthrough” più dirompenti, arrivano proprio dalle contaminazioni tra settori differenti come le scienze della vita, l’intelligenza artificiale o le scienze dei materiali.

Solo pochi anni fa queste discipline ci sembravano estremamente distanti, ma oggi stanno dando vita ad aree di ricerca e soluzioni completamente nuove. Penso in particolare alle biotecnologie e al digitale che sono una delle frontiere più promettenti non solo per la salute, ma anche per l’ambiente e l’energia.

I giovani che stanno rispondendo alle nostre proposte di borse di studio sono eccezionali. Vogliono essere i protagonisti dell’innovazione e scommettono sul futuro. Quella delle borse di studio è un’opportunità di crescita per tutta la nostra realtà. È cominciata in Italia nel 2020 con una dozzina di studenti, ma si sta già aprendo agli Stati Uniti e a profili più avanzati come post-doc.

L’attenzione per la ricerca e le scienze della vita è destinata a crescere ancora molto nei prossimi anni. L’interesse e il bisogno di innovazioni radicali continuano a essere l’interesse collettivo di maggiore importanza. Il Covid non ha che sottolineato quanto la ricerca e le nuove conoscenze siano importanti non solo per la salute, ma per tutta la società.

Fondazione Dompé è un progetto che mira ad avere una ricaduta concreta, che possa contribuire allo sviluppo della farmaceutica e migliorare la qualità di vita delle persone.